L’undici marzo 2011,  un terremoto di magnitudo 8.9 della scala Richter ha colpito violentemente la Costa Orientale del Giappone, provocando un maremoto che ha devastato i territori del litorale. Oltre che alle numerosissime vittime, ciò che ha reso ancor più devastante questa tragedia è stato il danneggiamento di tre reattori nella centrale nucleare di Fukushima, che si sono eccessivamente surriscaldati e quindi hanno rilasciato nell’aria radiazioni potenzialmente pericolose per la salute dei cittadini. Per questo motivo, inizialmente, le autorità giapponesi hanno ordinato l’evacuazione degli abitanti residenti entro i 20 Km dalla centrale; in seguito, con il peggiorare della situazione, venne posta come zona di sicurezza quella distante almeno 30 Km dal sito, con l’evacuazione di altre 5 città nei suoi pressi. Si prevede che il raffreddamento definitivo dei tre reattori si abbia addirittura nel gennaio 2012.

All’inizio della stagione motoristica di F1 e MotoGP, tutti avevano dichiarato il proprio cordoglio per le vittime e si erano attivati nel tentativo di portare aiuto alla popolazione giapponese. Particolare interessamento da parte di Jenson Button, amante del Paese dell’Estremo Oriente ed in particolare di Tokio, e la sua fidanzata Jessica Michibata, proprio giapponese e quindi direttamente interessata nella vicenda.

Dato che nel calendario di MotoGP il gran premio era programmato in primavera, gli organizzatori hanno deciso di rimandarlo a questo periodo dell’anno. Tuttavia ancora poche settimane fa i motociclisti e le squadre si erano dichiarati contrari a questa trasferta, anche se le nuove ricerche confermavano l’assenza di pericolo. In questi ultimi giorni, però, alcune squadre come Honda, Yamaha e Ducati hanno dato la loro disponibiltà a correre.

E in F1, che aria tira? Nel FOTA fans forum di Milano tenutosi il mercoledì antecedente il weekend di Monza, un fan ha chiesto al pilota italiano Trulli il suo parere riguardo la trasferta giapponese: ” Gli esperti hanno assicurato che non c’è alcun pericolo, ma chi lo sa? E’ difficile perchè in questo mondo ti puoi solo fidare di te stesso”. L’altro pilota ospite della conferenza, Rosberg, ha invece dichiarato che l’associazione dei piloti ha fatto le sue ricerche ed ha constatato che la zona di Suzuka è sicura.

 

Bernie Ecclestone ha assicurato che il GP non ha alcun motivo per essere messo in dubbio, andrà in programma come sempre. Anche gli altri piloti non sembrano preoccupati, nemmeno Sebastian Vettel, che adora questo circuito ed aveva già ottenuto una grande vittoria l’anno scorso. Anche io penso che l’evento possa andare avanti senza intoppi, la zona è abbastanza lontana dai reattori, e ormai la situazione è sempre più sotto controllo. Purtroppo giungono notizie di un altro terremoto di magnitudo 6.6, avvenuto proprio ieri; il Giappone è il Paese più all’avanguardia riguardo le strutture antisismiche, ma dopo questo disastro nulla è scontato, una scossa potrbbe anche far peggiorare la situazione della centrale.

Voi che ne pensate? Esprimete i vostri pensieri commentando!

 

Informazioni su IlariaF1

Hey! I'm Ilaria, an 18 years old student from Italy :)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...